la famosa cheesecake

La famosa cheesecake di Osaka!

Se passate da Osaka, anche solo per mezza giornata, non potete pensare di non comprare e assaggiare la famosa Cheesecake giapponese.
Ed è proprio qui ad Osaka che fanno la cheesecake più buona di tutto il Giappone, in un piccolo locale, il Rikuro Ojisan, a pochi passi da Dotombori. 
Il posto si trova esattamente a Namba, a 2 minuti a piedi dalla stazione di Osaka Namba.
L’orario di apertura è diverso dal banco, dove comprare la torta intera, e il Cafe dove potersi sedere e gustare una sola fetta di cheesecake.
Il banco è aperto dalle 9,30 alle 21,30, invece il bar apre alle 10,30 del mattino e chiude alle 20,30.

la famosa cheesecake

La famosa Cheesecake di Osaka!

Lo chef che sta dietro a questa cheesecake è soprannominato Uncle Rikuro – zio Rikuro.
Sono quasi trent’anni che il Rikuro Ojisan vende questa particolare cheesecake.
E la sua particolarità sta nel marchio sulla torta, unico nel suo genere, che leggenda vuole ritragga proprio il volto del famoso zio.
Questa non è la classica cheesecake “americana” che conosciamo noi, è una torta molto soffice, talmente soffice che sembra di mangiare una nuvola!
Una cheesecake costa circa 700 yen (più o meno sono 6€), vengono sfornate continuamente e troverete sempre coda per comprarle!

Se state organizzando un viaggio in Giappone, vi potrebbe interessare anche l’articolo Viaggio in Giappone fai da te: info e consigli

Fatto sta che noi l’abbiamo comprata questa strana cheesecake soffice e sballonzolante e l’abbiamo pure gradita!
Sicuramente diversa dagli standard di torte italiane, ma nel complesso buona e non troppo dolce.
Sa sicuramente di uovo e ne basta una fetta per saziarsi, perchè poi inizierebbe a stomacare, ma assolutamente da assaggiare!

la famosa cheescake

Segnatevela come prima cosa da fare a Osaka!

Seguite le nostre pagina Facebook e Instagram!

Leggete tutte le nostre recensioni su Tripadvisor!

Venite con noi, in questo video vi portiamo a passeggio per il quartiere di Osaka famoso per le sue serate e nottate, Dotonbori!

Leave a Comment